Gerry Scotti canta le più belle canzoni di Natale nel suo album realizzato con l’IA: “Gerry Christmas”

Il conduttore, con l’aiuto dell’intelligenza artificiale, interpreta dieci classici natalizi

Nel giorno dell’Immacolata Gerry Scotti ha sorpreso i suoi fan con la pubblicazione di un album speciale intitolato “Gerry Christmas“. Non è un disco natalizio comune, è il risultato di una magica equazione che combina il conduttore televisivo più popolare e amato d’Italia con l’uomo più “memato” e idolo della Generazione Z. Grazie all’intelligenza artificiale, Gerry ha potuto interpretare le celebri canzoni natalizie di artisti come Mariah Carey e Wham.

Sebbene l’IA sia stata utilizzata in passato per emulare o modificare le voci dei cantanti, raramente è stata impiegata per un intero album. “Questo è il primo album realizzato con l’intelligenza artificiale e l’autorizzazione dell’interprete – ha spiegato il conduttore in un incontro con la stampa –. Ma non ha fatto tutto lei, in alcune canzoni sono solo io. Per me che vengo dalla televisione, dove tutto passa e la memoria è corta, volevo lasciare qualcosa di concreto di me. Ad esempio adesso con TikTok, con Instagram, ho veramente la fortuna di essere apprezzato e persino amato dalla generazione Z. E questo progetto – ha aggiunto – è un modo come un altro per far sapere ai giovani che tra le varie passioni dello Zio Gerry c’è stata, c’è e ci sarà sempre la musica, la mia più grande passione”.

Ciò che è stato ottenuto è un album perfetto per le festività, ed è lo stesso Gerry a presentarlo con una favola. “Gerry afferra i guanti, la sciarpa e il cappotto, e imbocca la porta di casa. Vuole sincerarsi che, nonostante tutto, il Natale sia ancora al suo posto! Ma, in un lampo, la triste scoperta: con il ritiro del vecchio barbuto, la magia delle Feste sembra essersi dissolta. Nessuna luminaria lampeggia nelle strade, nessun abete addobbato rallegra i salotti, nessun cenone riunisce le famiglie! Tutti hanno dimenticato il Natale. “Non può finire così…” borbotta Gerry. “Devo fare qualcosa!” La mente del nostro eroe è alla disperata ricerca di una soluzione. Cosa può riportare lo spirito natalizio nel mondo? “Ma certo!” esclama. “La musica! Solo le canzoni possono aggiustare questo disastro””.

Gerry Scotti, album Natale
Immagine – vcode.it

Il disco “Gerry Christmas” è una combinazione perfetta di tradizione natalizia e innovazione tecnologica. Contiene una selezione di dieci brani, tra classici natalizi e canzoni meno tradizionali, scelti in modo laico per offrire un’esperienza musicale divertente e coinvolgente. Il lavoro discografico è stato prodotto da Lucio Fabbri, che ha curato anche gran parte della realizzazione musicale. “Non mi sembra vero che a salire su questa nostra imbarcazione sia stato anche uno dei più grandi musicisti, direttori di orchestra e arrangiatori italiani – ha affermato con orgoglio Scotti –. Tra i nomi di chi ha suonato nel disco ci sono quelli di persone meravigliose che suonano nei festival più importanti e li trovate anche nei dischi di Ramazzotti, della Pausini, di tutti i più grandi italiani. Ho persino ritrovato nei cori il mio amico Chuck Rolando, che negli anni 70 faceva parte dei Milk & Chocolate”.

Nonostante l’utilizzo dell’intelligenza artificiale, Gerry ha sottolineato che in alcune tracce, come “Driving Home For Christmas”, è praticamente lui a cantare, con l’IA che interviene solo per renderlo più intonato. In brani come “All I Want For Christmas Is You”, invece, l’IA è stata utilizzata in modo più evidente per colmare la differenza di estensione e potenza vocale tra Gerry e Mariah Carey.

Inoltre, una delle canzoni scelte dal conduttore per l’album è “Do They Know It’s Christmas?”, un brano famosissimo ma che non compare spesso nei dischi natalizi. Gerry ha voluto includerla perché rappresenta un “messaggio importante sulle problematiche mondiali e sulla consapevolezza che, nonostante il periodo festivo, ci sono ancora tante persone che soffrono e muoiono di fame. È un modo – ha detto – per ricordare che il Natale non dovrebbe essere solo un momento di consumismo, ma anche di solidarietà e aiuto verso chi è meno fortunato”. 

Nonostante la felicità e la soddisfazione per aver realizzato l’album, Gerry ammette di avere un rimpianto: non aver incluso una canzone in italiano. Questo lascia spazio per un futuro progetto in cui potrà esprimersi nella sua lingua madre e magari creare un album natalizio ancora più personale e intimo.

Questa la track list:

  • Intro Gerry Christmas
  • All I Want For Christmas Is You
  • Jingle Bells
  • Last Christmas
  • Have Yourself a Merry Little Christmas
  • Jingle Bell Rock
  • Santa Claus Is Coming to Town
  • Feliz Navidad
  • Do They Know It’s Christmas?
  • Blue Christmas
  • Driving Home for Christmas
Impostazioni privacy