I Kiss svelano i loro avatar virtuali: li sostituiranno sul palco?

I Kiss debuttano con avatar digitali “immortali” e progettano di diventare “completamente virtuali”

In occasione del loro ultimo spettacolo al Madison Square Garden, nella Grande Mela, i Kiss hanno rivelato degli avatar digitali senza età che rappresenteranno la band nel mondo dello spettacolo nel futuro.

Questo è successo durante la tappa finale del loro “ennesimo tour di addio”, tuttavia, dato anche l’annuncio degli avatar, i fan questa volta hanno davvero cominciato a temere che potrebbe essere la fine.

Il lungo tour “d’addio” dei Kiss

I Kiss sono stati impegnati in un tour davvero molto lungo. La più grande band glam rock di tutti i tempi ha suonato il suo End of the Road tour negli ultimi quattro anni e ha appena concluso l’ultimo spettacolo del suo tour d’addio a New York City al Madison Square Garden venerdì scorso.

I Kiss hanno fatto diversi tour d’addio, ma questa volta potrebbe essere la volta buona.

“La nuova era dei Kiss inizia ora”

Alla fine dello spettacolo, dopo che i Kiss hanno finito di suonare la loro ultima canzone (Rock and Roll All Nite), sono scomparsi in una pioggia di fuoco e fumo. Dopo che il fumo si è dissolto, le luci si sono spente e sullo schermo dietro il palco una telecamera ha zoomato su un lago spettrale di un pianeta fantastico verso le sagome di quattro figure: i nuovi avatar digitali dei Kiss, in quella che suppongo debba essere la loro forma definitiva. Poi Paul Stanley grida:

Esercito dei Kiss, il vostro amore – il vostro potere – ci ha reso immortali. La nuova era dei Kiss inizia ora. Oh sì!

Band di quattro metallari i Kiss
Immagine EPA | @STEPHANISPINDEL – Vcode.it

In un altro momento emerge un aspetto molto più cool del’esibizione: schermi traslucidi su cui sono proiettate immagini della band, che conferiscono allo spettacolo un’atmosfera decisamente futuristica alla Blade Runner.

È la fine o l’inizio di una new era?

Gli avatar hanno “eseguito” una canzone, poi il video si è concluso lasciando al pubblico un’immagine dei quattro avatar sotto il logo stilizzato dei Kiss, sovrapposto alla frase “A NEW ERA BEGINS”.

La “nuova era”, ovviamente, è quella di fare soldi con gli avatar. La società che ha ideato lo spettacolo, la Pophouse Entertainment, lo sta già facendo da oltre un anno con le versioni digitali dei giovani ABBA nel suo spettacolo ABBA Voyage. I Kiss, una band che da mezzo secolo si dedica con ostinazione al merchandising, sembrano adatti a una collaborazione di questo tipo.

I Kiss sono sempre stati molto attenti alla loro immagine

In un comunicato stampa di oggi, Pophouse ha dichiarato che metterà in scena concerti “immersivi e alimentati da avatar” utilizzando gli avatar dei Kiss creati da Industrial Light & Magic.

Vedere grandi artisti come i Kiss utilizzare ricreazioni digitali di loro stessi non è sorprendente: dopo tutto, si tratta di persone che hanno fatto un sacco di soldi grazie a un’immagine che hanno creato, quindi perché non tenere aperto il rubinetto del denaro e del successo eterno?

Ma funzionerebbe questo nuovo tipo di concerti?

La domanda saliente è: la gente vuole davvero andare a vedere uno spettacolo “dal vivo” senza artisti in carne e ossa? La risposta è nel range che c’è tra il “forse sì” e il “decisamente sì”.

Bloomberg ha riportato che gli spettacoli degli avatar degli ABBA hanno incassato 2 milioni di dollari ogni settimana. E Variety ha scritto la scorsa settimana che il video del concerto Eras Tour ha superato i 250 milioni di dollari di vendite al botteghino mondiale.

Per questo i Kiss e i loro avatar potrebbero sfondare, tramite un lunghissimo – e forse immortale – goodbye kiss!

Impostazioni privacy