Intelligenza artificiale non solo in auto, adesso anche in bici: ecco come saranno d’ora in poi

Il CES ritorna per il 2024 e porta il solito mix di tecnologia stravagante e meravigliosa: ecco la primi bici con intelligenza artificiale

Negli ultimi 12 mesi l’intelligenza artificiale si è gradualmente insinuata in ogni angolo della nostra vita, ma la tecnologia potrebbe prendere il sopravvento anche sulle nostre bici. Lo ha dimostrato il produttore di biciclette elettriche Urtopia.

intelligenza artificiale bici
Fusion di Urtopia: la prima e-bike dotata di ChatGPT (vscode.it)

Il marchio ha recentemente presentato la sua e-bike Fusion di punta alla convention tecnologica CES 2024 di Las Vegas e si è vantato di essere completamente integrato con ChatGPT. Quest’ultima aiuterà i ciclisti di e-bike a “esplorare nuovi percorsi, ottenere informazioni in tempo reale e persino impegnarsi in conversazioni divertenti”, rivela il produttore. Di seguito, scopriamo tutte le innovative caratteristiche di questa bici.

Urtopia presenta la prima bici con intelligenza artificiale al CES 2024

L’azienda di veicoli elettrici ha cercato di differenziare le sue bici dalla massa facendo ampio uso della tecnologia e quest’anno ha superato se stessa, mostrando per la prima volta il suo modello di punta Fusion al CES 2024, completamente integrato con l’intelligenza artificiale ChatGPT.

prima bici con intelligenza artificiale
Urtopia svela la prima bicicletta elettrica con intelligenza artificiale (vscode.it)

Urtopia definisce la Fusion “la prima bici elettrica al mondo con doppia batteria e doppio motore, progettata dal visionario design Hartmut Esslinger“. È costruita con fibra di carbonio per ridurre il peso. Utilizza un deragliatore Shimano CUES sul modello normale e un cambio continuo Enviolo sulla versione CVT premium. La doppia batteria da 540 Wh consente un’autonomia di 120 km (75 miglia), ma l’extender della batteria da 360 Wh porta fino a 200 km (124 miglia), sufficienti per attraversare Parigi da nord a sud circa 20 volte

Può raggiungere una velocità di 25 km/h grazie al motore centrale da 95 Nm. E ha 100 mm di escursione con la forcella a sospensione pneumatica. Tutto ciò, combinato con pneumatici larghi relativamente leggeri (23 kg) e il telaio stabile, la rendono adatta per fuoristrada, sentieri e guida in città. Potrebbe trattarsi di qualsiasi e-bike, ma la caratteristica principale della Fusion è la tecnologia.

È connessa tramite 4G e utilizza il tracciamento GPS per tenerti informato sulla posizione della bici anche in caso di furto. Inoltre è dotata di allarme di movimento, sblocco con impronta digitale, tracciamento del percorso, navigazione senza cellulare e musica Bluetooth tramite altoparlante integrato.

La novità è quella che l’azienda chiama tecnologia “Jarvis”, abilitata da un anello intelligente per accendere la bici, riprodurre musica o attivare l’altra funzionalità tecnologica, ChatGPT. Viene spontaneo chiedersi a cosa serva l’assistente AI su una e-bike: la risposta è che può aiutarti a “esplorare nuovi percorsi, ottenere informazioni in tempo reale e persino impegnarti in conversazioni divertenti”, secondo Urtopia.

Impostazioni privacy