Giornata internazionale della neutralità, le origini della ricorrenza

Cosa si intende per neutralità? Perché è fondamentale in un mondo sempre più ricco di consigli? Approfondiamo la ricorrenza e i principi promossi dalle Nazioni Unite

La Giornata internazionale della Neutralità è una ricorrenza indetta dall’organizzazione mondiale delle Nazioni Unite che promuove i principi della neutralità nelle relazioni internazionali.

Sottolinea l’importanza di rimanere imparziali, non allineati e neutrali nei conflitti per contribuire alla pace, alla diplomazia e alla cooperazione internazionale.

Approfondiamo ora meglio il concetto di neutralità in un mondo purtroppo dominato da molte guerre.

Che cosa si intende per “neutralità”?

La neutralità – definita come lo status giuridico derivante dall’astensione di uno Stato da qualsiasi partecipazione a una guerra tra altri Stati, dal mantenimento di un atteggiamento di imparzialità nei confronti dei belligeranti e dal riconoscimento da parte di questi ultimi di tale astensione e imparzialità – è di fondamentale importanza per ottenere e mantenere la fiducia e la cooperazione di tutti al fine di operare in modo indipendente ed efficace, soprattutto in situazioni politicamente cariche, instabili e delicate.

Poiché l’articolo 2 della Carta delle Nazioni Unite obbliga gli Stati membri a risolvere le loro controversie internazionali con mezzi pacifici e ad astenersi dalla minaccia o dall’uso della forza nelle loro relazioni, l’Assemblea Generale ha riaffermato questi obblighi nella risoluzione 71/275.

La neutralità può portare alla pace

La risoluzione ha inoltre sottolineato che le politiche nazionali di neutralità di alcuni Stati possono contribuire al rafforzamento della pace e della sicurezza internazionale e svolgere un ruolo importante nello sviluppo di relazioni reciprocamente vantaggiose tra i Paesi del mondo.

Riconoscendo che tali politiche nazionali di neutralità mirano a promuovere l’uso della diplomazia preventiva, che è una funzione fondamentale delle Nazioni Unite e occupa un posto centrale tra le funzioni del Segretario generale, l’Assemblea generale ha deciso di dichiarare il 12 dicembre la Giornata internazionale della neutralità e ha invitato a celebrare la giornata organizzando eventi volti a sensibilizzare l’opinione pubblica sul valore della neutralità nelle relazioni internazionali.

Cos’è la Giornata internazionale della neutralità?

La Giornata internazionale della neutralità è un evento annuale che sensibilizza sull’importanza della neutralità nel mantenere relazioni pacifiche tra le nazioni. La neutralità consiste nell’astenersi dal prendere posizione o partecipare ai conflitti, consentendo ai Paesi di fungere da mediatori e promotori di risoluzioni pacifiche.

Perché è stato scelto il 12 dicembre?

La Giornata internazionale della neutralità si celebra il 12 dicembre di ogni anno. Questa data è stata scelta per coincidere con l’anniversario dell’adozione della Dichiarazione di neutralità da parte del Turkmenistan nel 1995, che riconosce lo status di Stato permanentemente neutrale del Paese.

La neutralità nel mondo di oggi

Di fronte alle tensioni politiche e all’escalation delle crisi, è di grande importanza sostenere i principi dell’uguaglianza sovrana degli Stati, dell’integrità territoriale, dell’autodeterminazione e del non intervento negli affari interni di qualsiasi Stato, nonché difendere, promuovere e incoraggiare la risoluzione delle controversie internazionali con mezzi pacifici in modo tale da non mettere in pericolo la pace e la sicurezza internazionali.

Per questo la politica di neutralità contribuisce al rafforzamento della pace e della sicurezza nelle regioni interessate e a livello globale e svolge un ruolo importante nello sviluppo di relazioni pacifiche, amichevoli e reciprocamente vantaggiose tra i Paesi del mondo.

La politica di neutralità

Vale la pena notare che la politica di neutralità – un fattore chiave per fornire le condizioni e costruire una piattaforma per negoziati pacifici – è anche strettamente interconnessa e basata sugli strumenti della diplomazia preventiva, come l’allerta precoce e la prevenzione dei conflitti, la mediazione, i buoni uffici, le missioni di accertamento dei fatti, i negoziati, l’uso di inviati speciali, le consultazioni informali, il peacebuilding e le attività di sviluppo mirate.

Pertanto, la diplomazia preventiva è una funzione centrale delle Nazioni Unite ed è fondamentale per il ruolo del Segretario generale delle Nazioni Unite, comprese le missioni politiche speciali delle Nazioni Unite e i buoni uffici del Segretario generale per la pacificazione, il mantenimento della pace e la costruzione della pace.

Di conseguenza, e in conformità con i principi guida per il rafforzamento del coordinamento dell’assistenza umanitaria d’emergenza del sistema delle Nazioni Unite, i Paesi con lo status di neutralità svolgono un ruolo importante nella fornitura e nell’erogazione di assistenza umanitaria in situazioni di emergenze complesse e disastri naturali.

Diplomazia preventiva: cosa significa?

Inoltre, le Nazioni Unite si impegnano a passare da una cultura di “reazione” a una di “prevenzione”. Il termine “diplomazia preventiva” si riferisce all’azione diplomatica intrapresa per evitare che le controversie degenerino in conflitti e per limitarne la diffusione quando si verificano.

Sebbene si svolga in diverse forme e sedi, sia pubbliche che private, l’espressione più comune della diplomazia preventiva si trova nel lavoro degli inviati nelle aree di crisi per incoraggiare il dialogo, il compromesso e la risoluzione pacifica delle tensioni.

UN logo azzurro su sfondo bianco
Immagine | @UN.org – Vcode.it

Mediazione durante i conflitti

Fin dalla sua nascita, le Nazioni Unite hanno svolto un ruolo cruciale nell’aiutare a mediare i conflitti inter e intra-statali in tutte le fasi: prima che degenerino in conflitto armato, dopo lo scoppio della violenza e durante l’attuazione degli accordi di pace.

Il successo della mediazione dei conflitti richiede un sistema di supporto adeguato che fornisca agli inviati l’assistenza e la consulenza del personale, e che garantisca che i colloqui dispongano delle risorse logistiche e finanziarie necessarie.

La costruzione della pace

La mediazione delle Nazioni Unite è fiorita nel decennio successivo alla fine della Guerra Fredda, quando molti conflitti armati di lunga durata sono stati portati a termine attraverso accordi politici negoziati. L’organizzazione cerca di continuare a svolgere un ruolo preminente nella pacificazione, lavorando sempre più in collaborazione con le organizzazioni regionali per porre fine ai conflitti in corso e prevenire l’emergere o l’aggravarsi di nuove crisi.

Come promuovere la Giornata internazionale della neutralità 2023?

Dunque, alla luce di tutto ciò che è stato sottolineato finora, partecipare alla Giornata internazionale della neutralità significa promuovere i principi della neutralità e della pace. Ecco alcuni modi per partecipare:

  • Sensibilizzare: Educare gli altri sul concetto di neutralità nelle relazioni internazionali e sul suo ruolo nella prevenzione dei conflitti.
  • Sostenere la diplomazia: Sostenere soluzioni diplomatiche alle controversie e ai conflitti internazionali, incoraggiando negoziati pacifici.
  • Impegnarsi nella mediazione: Sostenere gli sforzi per mediare e risolvere i conflitti con mezzi diplomatici. Incoraggiare i Paesi ad adottare posizioni neutrali, quando opportuno.
  • Organizzare eventi: Organizzare seminari, workshop o dibattiti su argomenti legati alla neutralità, alla pace e alla risoluzione dei conflitti.
  • Diffondere il messaggio: Utilizzare i social media e altri canali di comunicazione per condividere informazioni sull’importanza della neutralità nel mantenimento della pace e della stabilità globale.

Hashtag rilevanti

Quando e se condividete il vostro sostegno alla neutralità e partecipate alle discussioni relative alla Giornata internazionale della neutralità, considerate l’utilizzo di questi hashtag rilevanti nel condividere contenuti relativi nel mondo dei social:

#GiornataInternazionaleDellaNeutralità
#Pace
#Diplomazia
#Risoluzione dei conflitti
#PaceGlobale
#Neutralità

L’uso di questi hashtag può aiutarvi a entrare in contatto con persone e organizzazioni che si dedicano alla promozione della pace e della neutralità nelle relazioni internazionali, e quindi a costituire una rete di informazione, comunicazione e collaborazione sempre più ampia.

Impostazioni privacy